Home Page
Presentazione
Diritto araldico
Sentenze
Accertamento giurisdizionale
Dizionario araldico
Historia
Araldica
 

Civica

Borghese
Nobiliare
Ecclesiastica
Militare
Ermetica
Registrazione notarile di stemma
Grande Armoriale Italiano
Interviste
Curiosità
Video
Eventi
Rassegna stampa
Registrazione
Servizi e costi
Curriculum Vitae
Ordina
E-mail
Link
   
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

AVVERTENZE PER LA CONSULTAZIONE DEL CATALOGO

In vigore a partire dal 1° maggio 2005, il presente listino annulla tutti i precedenti.
Si riservano eventuali variazioni.

 
 
 
1) CHE COSA S’INTENDE PER:
   
a
Al tratto: uno stemma delineato a tratteggio e in bianco e nero, secondo l’antico metodo del  Padre Silvestro Pietrasanta, trattatista araldico del XVII secolo, che originò appunto la tecnica usata e riconosciuta in tutto il mondo “per leggere i colori senza i colori…”.
   
b
Blasonatura: la descrizione dettagliata dell’arme con i propri smalti, simboli e figure araldiche.
   
c
B/n: in bianco e nero.
   
d
Duplicato: il servizio ordinato in più esemplari dallo stesso Cliente, in uno stesso ordine d’acquisto o successivamente entro 6 mesi; ha un costo inferiore pari al 50%, quando non diversamente indicato. Riguarda approssimativamente i servizi relativi alle Riproduzioni stampate o amanuensi. È riprodotto esclusivamente stampato a colori o b/n, secondo l'originale.
   
e
Pergamena decorata in oro: cm. 60 x 40, pergamena vegetale altrimenti detta carta pergamena, decorata con raffinatissimi fregi di stile rinascimentale impressi in oro a caldo.
   
f
Stampa: riproduzione a mezzo stampante pc professionale.
   
   
g
Verosimile amanuense: stampa del testo con caratteri esclusivi e unici nel loro genere, creati e miniati a mano in stile medievale da eminenti calligrafi.
   
h
Ricerca, Studio e Creazione, Riproduzione di Stemmi d'ogni tipologia (v.si cod. 017 e seg.):
h1
ricerca: la ricerca effettuata negli Archivi Storici, Araldici, Nobiliari, Cavallereschi, etc., dell'Istituto. Quando il suo risultato è nullo, il costo è dovuto al 50% della ricerca. Fanno eccezione i casi in cui gli stemmi pervengono dal Richiedente e secondo la tipologia di servizio. Gli stemmi possono essere ricercati anche in Archivi Pubblici, ad esempio quelli di Stato; il servizio è descritto al codice 006 (ed è abbinabile per opzione allo 012).
h2
studio e creazione di stemma: vi si ricorre quando mancano i presupposti di cui al punto precedente.
h3
riproduzione di stemma: la realizzazione stampata o amanuense, al tratto o a colori; non include mai i due punti precedenti, ai quali, ora all'uno ora all'altro, si accompagna.
   
Riferibili al Cod. 015:
   
i
Predicato: s’intende l’indicazione del feudo su cui è appoggiato un titolo nobiliare portato da un individuo o da una famiglia, e tale predicato è di spettanza di tutta l’agnazione. Si precisa che non tutti i titoli nobiliari hanno un predicato, essendovi titoli senza predicato che sono appoggiati solamente al cognome;
   
j
Qualifiche: si intendono le espressioni d’onore connesse al godimento di un titolo nobiliare; sono da considerarsi tali quelle di Don e di Donna, premesse al nome di battesimo, nonché di Nobil Uomo e Nobil Donna, queste due ultime mantenute ai Patrizi Veneti;
   
k
Trattamenti d’onore, affini alle qualifiche: si intendono fra i quali quelli di Altezza Reale, Altezza Serenissima, Eccelsitudine, Celsitudine, Eccellenza Serenissima, Eccellenza;
   
l
Concessione: si intende l’atto con il quale il Sovrano, motu proprio o su proposta, dà origine a un nuovo titolo, predicato, qualifica, trattamento o stemma nobiliare; essa costituisce la forma originaria di acquisto delle distinzioni che vengono create ex novo;
   
m
Rinnovazione: è l’atto con il quale il Sovrano fa rivivere un titolo o un predicato già esistenti ma estintisi per mancanza di chiamati alla successione; qui non si ha la creazione ex novo del titolo o del predicato ma questi vengono fatti rivivere dal Sovrano in altre persone che prima non potevano succedere;
   
n
Riconoscimento: è l’atto con il quale il Sovrano concede sanatoria per qualche lacuna o deficienza che si riscontri nella prova di antiche concessioni o nel passaggio di titoli, predicati o stemmi nobiliari;
   
o
Assenso: è l’atto con cui il Sovrano presta il proprio consenso ad alcuni speciali provvedimenti previsti da apposite disposizioni, di cui, allorché un titolo è passato legittimamente per via femminile in altra famiglia, della quale è venuta a estinguersi la discendenza maschile, si domanda che il titolo venga a tornate all’agnazione maschile della famiglia alla quale apparteneva;
   
p
Stemma: costituisce ugualmente distinzione nobiliare, ed è anche detto blasone o arma gentilizia, e a ogni titolo nobiliare corrisponde uno stemma miniato di cui può far uso colui che ha diritto al titolo;
   
q
Refuta: s’intende il trasferimento o l’alienazione ad altri dei titoli nativi, concessi, riconosciuti, rinnovati o nei quali la persona è succeduta, fuori dell’ordine della successione diretta; per la refuta occorre l’assenso di tutti i successibili intermedi, vale a dire di coloro ai quali sarebbe spettato il titolo secondo l’atto di concessione.
 
 
2) INFORMAZIONI
   
a
Il Consiglio Araldico Italiano - Istituto Marchese Vittorio Spreti è un’associazione storico-culturale riconosciuta con atto di significazione del Ministero della Pubblica Istruzione e Ministero dell’Interno n° 18810 del 6 dicembre 1993, che si prefigge gli scopi precipui di: provvedere al controllo della legittimità storica-familiare delle Sovrane concessioni di titoli, predicati, stemmi, &c, e di proporre a Case Sovrane pretendenti al trono titoli nobiliari ex novo; stabilire la fondatezza degli alberi genealogici; eseguire ricerche di natura storico-genealogica; raccogliere blasonarî, al fine della tutela del patrimonio storico, araldico, cavalleresco, nobiliare e borghese.
   
b
I prezzi sono già comprensivi di IVA (22%), mentre le spese di spedizione sono da calcolarsi separatamente.
   
c
I servizi possono essere tradotti e forniti in qualsiasi lingua e il costo relativo sarà definito al momento dell’ordine d’acquisto.
   
d
La Sede dell’Istituto Culturale è visitabile previo appuntamento.
   
e
La Biblioteca dell’Istituto Culturale è attualmente privata e chiusa al pubblico.
   
f

I siti di seguito elencati sono disponibili in italiano e in inglese, francese, spagnolo, tedesco, russo, cinese, arabo:

www.consiglioaraldicoistitutospreti.it e www.consiglioaraldicoistitutospreti.com
www.consigliogenealogico.it e www.consigliogenealogico.com
www.consiglioetimologico.it e www.consiglioetimologico.com
www.consiglioaraldico.it e www.consiglioaraldico.com
www.consiglionobiliare.it e www.consiglionobiliare.com
www.consigliocavalleresco.it e www.consigliocavalleresco.com
www.consigliostorico.it e www.consigliostorico.com
www.tribunalearaldico.it e www.tribunalearaldico.com
www.istitutodirittonobiliare.it e www.istitutodirittonobiliare.com
www.fondazionespreti.it e www.fondazionespreti.com

   
g
La Scheda di Registrazione consente di ottenere uno speciale sconto pari al 10% sugli articoli e i servizi definiti nel presente listino, a eccezione degli articoli 011, dallo 013 allo 034, dallo 071 allo 084, e di quelli in promozione su emittenti televisive. Si compila direttamente nei siti dell'Istituto e non comporta alcun obbligo di acquisto.
   
h
Ai sensi dell’art. 7 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, sul trattamento dei dati personali, informiamo che i dati personali saranno trattati al fine di rendere possibile l’invio di promozioni e cataloghi esclusivamente afferenti all’Istituto. Essi non verranno ceduti a terzi per trattamenti diversi. In qualunque momento si potrà richiedere la cancellazione, l’aggiornamento e l’integrazione. Titolare del trattamento dei dati è il Consiglio Araldico Italiano – Istituto M.se Vittorio Spreti, Piazzale Stazione n. 6, Padova.
   
 
3) GLI ORDINI D’ACQUISTO E INFORMAZIONI
   
a
Personali:
Pervengono per iscritto accompagnati dalla ricevuta del saldo ovvero di acconto confirmatorio pari al 50%:
1
Via fax: +39 049 7641168
2
Per posta: Consiglio Araldico Italiano – Istituto Marchese Vittorio Spreti - Piazzale Stazione n. 6 – 35131 Padova;
3

Per e-mail:

info@consiglioaraldicoistitutospreti.it e info@consiglioaraldicoistitutospreti.com
info@consigliogenealogico.it e info@consigliogenealogico.com
info@consiglioetimologico.it e info@consiglioetimologico.com
info@consiglioaraldico.it e info@consiglioaraldico.com
info@consiglionobiliare.it e info@consiglionobiliare.com
info@consigliocavalleresco.it e info@consigliocavalleresco.com
info@consigliostorico.it e info@consigliostorico.com
info@tribunalearaldico.it e info@tribunalearaldico.com
info@istitutodirittonobiliare.it e info@istitutodirittonobiliare.com
info@fondazionespreti.it e info@fondazionespreti.com

   
b
Per regalo:
1
Pervengono per iscritto, accompagnati dalla ricevuta del saldo, con indicazione dell’indirizzo a cui recapitare il dono in porto franco e dell’indirizzo a cui inviare la fattura o la ricevuta fiscale.
2
La confezione regalo è compatibile con il servizio postale ed è data in omaggio dall’Istituto
   
 
4) IL SERVIZIO CORTESIA CLIENTI
   
È a disposizione per chiarire ogni dubbio, dal lunedì al venerdì, secondo l’orario d’ufficio - dalle ore 10.00 alle 12.30 e dalle ore 14.30 alle 18.30, ai seguenti numeri:
a. +39 049 7641173
b. +39 049 7641180
   
 
5) LE CONSEGNE
   
a
Le spese di spedizione sono a carico del Cliente, vanno calcolate separatamente e includono le spese postali e d’imballaggio.
b
Gli articoli sono solitamente recapitati con servizio postale, il cui costo è presuntivamente indicato:
- per l’Italia, mediamente € 12,00;
- per l’estero, circa € 25,00 sino a 3 kg.;
- oltre tale peso, l’Istituto si affida a corrieri nazionali e internazionali.
c
Gli articoli in metallo nobile - oro, argento - o con pietre preziose, sono inviati direttamente dai gioiellieri e argentieri di fiducia dell’Istituto.
d
Gli articoli di armi antiche originali o riprodotte sono inviati direttamente dal nostro perito armiere di fiducia. La vendita di detti oggetti segue le normative vigenti.
   
 
 
<< Tutti i servizi